La Fioccatrice 14


La fioccatrice è un strumento di grande valore. Permette a noi di mangiare i cereali sia integrali che crudi.

La funzione di tale strumento è creare un fiocco, ovvero un chicco di cereale schiacciato che permette alla nostra specie di masticare e digerire in modo ottimale. Nel nord d’Europa è molto conosciuto come alimento, in Svizzera il fiocco d’avena è la base del famoso Muesli che è un mix geniale di fiocchi cereali, frutta secca, frutta disidratata e via discorrendo. In inghilterra il Porridge (zuppa d’avena) ha avuto in passato un ruolo notevole nella prima o seconda colazione e ancora oggi è molto utilizzato. Anche se in questo caso l’avena viene bollita in acqua o latte e parte delle proprietà nutritive vengono perse con il calore, ma nonostante ciò, conserva comunque un notevole apporto energetico.

Tornando al cereale crudo possiamo inoltre dire che esso è leggero e a lunga durata. Infatti le fibre contenute all’interno del chicco creano un senso di sazietà prolungata, sono di lenta digestione e questo crea una riserva di energia a lenta cessione. E’ assolutamente da provare e attenzione a non confondere il fiocco di cereale con l’estruso di cereale che è quello che si trova maggiormente sugli scaffali dei supermercati. Nelle marche più disparate. Infatti il fiocco e l’estruso sono due cose radicalmente opposte, il fiocco è una cellula che conserva la forza vitale fino ad un attimo prima di mangiarlo, mentre un estruso, è un prodotto morto e sepolto perché è di pessima agricoltura, è lavorato industrialmente, è stato stoccato mesi prima del consumo con una bella spruzzata di conservanti, vitamine e minerali in sintesi, tanto per gradire, si fa per dire!

Le future generazioni stenteranno a credere che noi abbiamo potuto fare delle simili sciocchezze. Il cibo è vita e una nuova cultura che per molti aspetti può essere considerata post-moderna, ha i mezzi per poter riscoprire il legame atavico con il nutrimento.

Tornando alla fioccatrice, è inoltre consigliato eseguire una serie di pratiche, qualora si volesse usare oltre all’avena, anche altri cereali. In questo caso è necessario ammorbidire i chicchi la sera prima, toglierli dall’acqua tiepida dopo pochi minuti, stenderli e coprirli con un canovaccio per l’intera notte, in questo modo, al mattino seguente sono umidi fin quanto basta e asciutti fin tanto che basta, così si ottiene un fiocco ottimale, c’è da fare pratica chiaramente perché ogni cereale ha le sue peculiarità. Tutti i cereali nudi si possono fioccare, il frumento tenero e duro, il farro, la segale, il senatore cappelli. Dunque, solo l’avena è possibile fioccarla direttamente, senza ammorbidirla nell’acqua, perché ha una tenera struttura. In conclusione è bene conoscere con certezza la provenienza del cereale, come del resto per ogni nutrimento, e il consumo è destinato a persone che non hanno nessun tipo di allergia e intolleranze. Ad ogni modo è bene consultare il parere del proprio medico nel caso in cui non ci si voglia fidare esclusivamente delle proprie percezioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 commenti su “La Fioccatrice

  • alessandro

    la domanda è: dove si trova la fioccatrice? mi pare di capire che si tratti di un utensile a mano e non elettrico, mi sbaglio? sai dirmi quali sono i prezzi all’incirca? grazie per il tuo contrbuto

  • La roverella L'autore dell'articolo

    Ciao Alessandro,
    Ne trovi di vari modelli su internet, basta fare una ricerca approfondita.
    Buona fioccatura, Valerio.

  • Simona

    Volevo solo sapere quanto ci si mette a fare i fiocchi ( tipo per farne 2 etti)
    vorrei acquistare la fioccatrice manuale per mia mamma ma volevo capire se è molto faticosa..
    grazie

  • La roverella L'autore dell'articolo

    Ciao Simona,
    Per fare 200 grammi occorrono circa dieci minuti, è un utensile molto valido, consigliato! Ovviamente c’è da prendere la mano, dopo si diventa sempre più bravi.
    Buon proseguimento, Valerio.

  • Elisa

    Ciao! Puoi darmi due dritte su come trovare i cereali? Tu ti rifornisci da negozi bio oppure prendi contatti direttamente con chi coltiva?

    • La roverella L'autore dell'articolo

      Ciao Elisa, qui coltiviamo cereali, ma per molte varietà devo ricorrere al negozio, ma è divertente anche scambiare con altri coltivatori, buona ricerca, Valerio.

  • silvana

    ciao, volevo sapere quali cereali sono consigliati per una buona miscela di muesli, quanto dura quello fatto in casa e se è necessario aggiungere grassi o zuccheri per prepararlo. grazie!

    • La roverella L'autore dell'articolo

      Ciao Silvana, dunque l’avena decorticata è senza ombra di dubbio il cereale maggiormente adatto alla fioccatura, in quanto è morbido tanto quanto basta per essere schiacciato senza che diventi farina, come invece succede per ogni altro cereale che si intende fioccare, infatti per ogni altro bisogna procedere con un leggero ammollo in acqua, è la parola magica è sperimentare, ammorbidire i cereali non è affatto facile, ma provando si impara, buon lavoro, Valerio.

    • La roverella L'autore dell'articolo

      Certamente Francesca, solo che necessita di ammollo, infatti solo l’avena si riesce a fioccare direttamente.
      Buon appetito!

    • La roverella L'autore dell'articolo

      Buongiorno Christian,
      Potenzialmente si possono fioccare quinoa, amaranto, miglio e grano saraceno, previa operazione di ammollo in acqua e asciugatura parziale, in modo tale da avere la giusta umidità all’interno del chicco al momento della fioccatura, altrimenti si frantuma come se si trattasse di una macinatura, invece alla giusta umidità, variabile da seme a seme, il fiocco resta integro.